Immobili, Turismo

VALMALENCO-TREKKING-SKI-SPORT-FAMIGLIA

La Valmalenco è una delle splendide valli della Valtellina. Si trova nella sponda Retica delle Alpi occidentali, a nord di Sondrio, a una manciata di chilometri dalla città; iniziando dal ponte del Valdone e presentandosi inizialmente con secchi tornanti, si apre man mano che si prosegue verso nord fino al Pizzo Bernina (che con i suoi 4049 m slm. é la cima più alta delle Alpi centro-orientali), lasciando ad ovest i Monti della Val Bregaglia e ad est il Gruppo dello Scalino. La Valmalenco si distende per circa quindici chilometri ed è percorsa dal torrente Mallero che confluisce nel fiume Adda all’altezza di Sondrio. È proprio alle porte della città di Sondrio che bisogna svoltare in direzione Valmalenco per raggiungere i posti che andremo ora ad esplorare. Per chi invece viaggia coi mezzi, c’è una linea dedicata che parte nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Sondrio. In estate il bus raggiunge anche Campo Franscia.

Sono cinque i comuni che fanno parte della Valmalenco: Torre di Santa Maria, punto di partenza per numerose e variegate escursioni, il piccolo borgo di Spriana, Chiesa in Valmalenco, conosciuta soprattutto per le sue piste, Lanzada con le sue dighe, e infine Caspoggio, nota per il suo centro polivalente.

Come vedremo sono numerose le attività e le possibilità che questi paesi offrono a residenti e turisti, che ogni anno possono visitare i bellissimi paesaggi di questa valle grazie alle numerose strutture ricettive presenti sul territorio. Il comprensorio turistico della Valmalenco è inoltre ricco di infrastrutture che ci consentono di vivere appieno la montagna, in tutte le sue forme e sfaccettature e durante tutti i periodi dell’anno.

Esploriamo insieme allora la Valmalenco facendo tappa nei suoi diversi comuni.

Spriana è il primo paese che incontriamo entrando in valle, rimane sulla destra del viaggiatore (e dunque sulla sponda sinistra del torrente); durante le feste natalizie le sue luci di Natale della contrada “Scilironi” sono suggestive e meravigliose, ci danno un magico benvenuto.

La prima località importante per il turismo è però Torre di Santa Maria, offre i servizi di prima necessità con la sua panetteria, i bar, i suoi minimarket, la macelleria ecc. e appartamenti o baite in affitto non mancano. Torre di Santa Maria è punto di partenza per le più svariate escursioni, in particolar modo è luogo di partenza dell’Alta Via, un percorso di trekking in 8 tappe, normalmente percorse in altrettanti giorni, che si snoda per 110 km, e che partire dalla seconda tappa si mantiene quasi sempre sopra i 2000 mt; per citare alcuni dei suoi punti di maggior interesse abbiamo il lago Palù, le dighe di Campo Moro e i ghiacciai del Disgrazia, Bernina e Scalino. Tornando alla prima tappa essa prevede appunto la salita dalla località Ciappanico fino all’Alpe Piasci, toccando il Lago di Arcoglio, il Sasso Bianco e il Rifugio Bosio-Galli. Interessante anche la contrada Ca Bianchi dove troviamo un affascinante complesso rupestre.

Il comune più abitato della Valmalenco è quello di Chiesa in Valmalenco. Ciò che più caratterizza questa località è senza dubbio il comprensorio dell’ Alpe Palù: una sessantina di km di piste da sci, dalle più semplici per i principianti a quelle per i più esperti. Le soleggiate piste, che raggiungono quota 2237 m slm, sono raggiungibili attraverso la Snow Eagle, la funivia più capiente d’Europa (fino a 160 persone per cabina!), o in alternativa tramite una seggiovia coperta da con partenza da San Giuseppe. Altra attività che ha recentemente preso piede a Chiesa è sicuramente quella della ciaspolata: vi si organizzano infatti numerose passeggiate, anche notturne.

Chiesa in Valmalenco 960 m slm.

Non solo l’inverno ci regala emozioni: la stagione estiva permette agli escursionisti di vivere splendide avventure. Anche Chiesa in Valmalenco è tappa della sopra citata Alta Via, che nel detto comune arriva alla bellissima conca di Chiareggio, sulla quale ci sentiamo di soffermarci un momento: è uno dei borghi più caratteristici delle Alpi, ad altezza 1600 m slm. Qui fa da padrona una natura incontaminata. Nel periodo invernale è possibile raggiungerla a piedi, con le ciaspole, con gli sci da fondo o addirittura tramite motoslitta. Bar e ristoranti vi permetteranno di gustare la cucina tipica.

Chiareggio 1.612 m slm.

Per tutto l’anno a Chiesa in Valmalenco, è possibile accedere alla piscina che offre numerosi corsi per adulti e bambini, e dotata anche di sauna, bagno turco e, naturalmente in estate, anche del solarium.

La contrada Vassalini, infine, ospita un centro sportivo con un ampio parcheggio dove è possibile giocare una partita di tennis o di calcetto e rinfrescarsi al bar.

Chiesa in Valmalenco è quindi un’ottima meta turistica, numerosi sono rustici – baite – appartamenti sia in affitto che in vendita.

Passiamo ora al paesino di Lanzada che ospita la miniera della “Bagnada” (http://minieradellabagnada.it ) che oggi ha anche un museo a testimoniare la sua storia e quella della valle: sono illustrate infatti le diverse attività estrattive e di lavorazione delle pietre (ollare, talco e serpentino).

Lanzada è nota però anche e soprattutto per le dighe artificiali, La diga di Campo Moro e quella di Gera, poste a circa 2000 m slm. di altezza e interessanti mete d’escursione. Realizzate tra il 1958 e il 1965, la prima che incontriamo, quella di Campo Moro, si compone di due dighe separate ed ha una capacità di 10 milioni di metri cubi d’acqua. Il secondo bacino artificiale, che può contenere fino a 65 milioni di metri cubi di acqua, ha un’altezza imponente e non passa di certo inosservata allo spettatore.

Diga di Gera by night

Per quanto riguarda le attività da praticare a Lanzada troviamo una pista di pattinaggio in località Ganda, al centro sportivo Pradasc oltre ad una palestra per l’arrampicata e minipista per muovere i primi passi sugli sci o andare con il bob. Anche qui servizi e punti ristoro sono presenti.

Per concludere vediamo cosa offre Caspoggio, meta prescelta soprattutto dalle famiglie per le sue numerose possibilità: le passeggiate sono numerosissime, come in tutta la Valmalenco, e ne incontriamo di tutti i livelli. La pista di pattinaggio sul ghiaccio è un’attrazione che richiama turisti grandi e piccoli. Ma soprattutto Caspoggio è diventato punto di incontro e di riferimento per la valle grazie al Centro della Montagna Zenith: è un complesso dedicato allo sport e non solo, aperto tutto l’anno. Qui, oltre alle strutture sportive come quella propedeutica alla mountain bike, i campi da basket, da calcio e da tennis outdoor, troviamo anche un grande parco giochi all’aperto, una ludoteca con freccette, biliardo e simili, ideale per bambini e ragazzi, per finire con il Zenith cafè, una caffetteria, pasticceria, paninoteca dove è possibile anche gustare i vini nostrani. Da non perdere anche lo Zenith Chalet, un ristorante con pesca alla trota nei laghetti che organizza anche pesca sportiva.

Caspoggio 1.098 m slm.

SPORT E ATTIVITA

Oltre allo sci tradizionale che vede Chiesa in Valmalenco come protagonista, la Valmalenco offre la possibilità di praticare gli sport invernali più estremi. All’Alpe Palù vi è uno snow-park dove dilettarsi con now-board e gli sci da freestyle, inoltre è allestita la pista per le spettacolari gare di boardercross e skicross.

Numerosi e sempre ben tenuti sono anche i tracciati per lo sci di fondo. Ai 17 km di piste naturali del Lago Palù a 2000 metri di quota, si aggiungono gli anelli di San Giuseppe e quello di Lanzada, per un totale di quasi 40 km!

Sono numerose anche gli itinerari di Sci-Alpinismo, dal ghiacciaio del Bernina a quello del Disgrazia, dal ghiacciaio dello Scerscen a quello del Pizzo Scalino. I percorsi sono ben articolati e disseminati di rifugi che garantiscono il ristoro del viaggiatore.

Anche i biker non hanno che l’imbarazzo della scelta: troveranno in Valmalenco percorsi di diverso livello, con salite più o meno faticose, strade sia sterrate che asfaltate e anche un punto di noleggio in località Vassalini, presso l’ufficio del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco. C’è anche la possibilità di organizzare uscite con accompagnatori esperti oltre al bike shuttle, servizio per raggiungere i luoghi da visitare.

Molte sono le possibilità anche per gli amanti dell’arrampicata di qualsiasi livello.

La Valmalenco però è anche e soprattutto la patria del trekking in Valtellina: con i suoi numerosissimi rifugi e le sue infinite possibilità e livelli di camminata, attira turisti da tutto il mondo. Abbiamo già visto il percorso dell’Alta via; è d’obbligo però citare anche il Sentiero Rusca, che partendo da Sondrio unisce l’Italia alla Svizzera attraversando la nostra bella valle. L’itinerario è da considerarsi prevalentemente pedestre, ad eccezione del primo tratto (da Sondrio a Chiesa in Valmalenco) che è ideale anche per i ciclisti. Il percorso di circa 32 km è ben segnalato e richiede normalmente due giorni di cammino, per un totale di una dozzina di ore, con arrivo al Muretto. L’intero percorso è panoramico e permette di ammirare le bellezze della natura tra pascoli, boschi e alpeggi.

Anche gli amanti dell’acqua e del brivido troveranno pane per i loro denti: nella zona alta della Valle, sul torrente Cormor, che in parte è sotterraneo, vengono organizzate attività di canyoning, ovvero un mix mozzafiato di tecniche di alpinismo e acquatiche.(http://valmalencoalpina.com) Le bellezze suggestive che questo torrente di origine glaciale offre sono considerate tra le più preziose in Europa per quanto riguarda questa attività

Per finire vogliamo accennare alla Valmalenco Ultra Trail Distance. La VUT (http://ultravalmalenco.com) prevede una formula a staffetta o una individuale sul tracciato dell’Alta Via. Il percorso batte circa 90 km con 4 scollinamenti per un totale di 6000 metri di dislivello ed è disseminato di rifugi. Degna di nota è stata l’iniziativa dello scorso anni che ha visto la Valmalenco Ultra Trail completamente Plastic Free

Alta Via Valmalenco – Lago Campagneda

Cos’altro dire di questa valle? La natura qui ci regala la possibilità di godersi laghi alpini, ghiacciai, cime imponenti; ci ha dato gli strumenti per predisporre diversi sport invernali ed estivi; con gli anni la popolazione ha puntato sul turismo sviluppando attività ludiche, bar, spazi per famiglie, mettendo a disposizione una variegata offerta eno-gastronomica, numerose soluzioni di affitto e attività ricettive. La Valmalenco, insomma, soddisfa le esigenze di tutti, professionisti e principianti, famiglie e gruppi di amici, ecco perchè scegliere di comprare o affittare casa – rustici – baite in questa splendida valle, ci sono molte opportunità anche in affitto breve.

Non resta che scoprirla insieme. Visita le proposte della nostra Agenzia immobiliare.

Vivi la Montagna!!

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.